• home-passione
  • home-preparazione
  • home-sacrificio

NOTA CONGIUNTA OO.SS. SULLE ASSUNZIONI – 6 OTTOBRE 2021

Carissimi Idonei,

ormai abbiamo imparato in questi anni che, il nostro percorso nel C.N.VV.F., tende ad assomigliare sempre più ad un “ottovolante”. Noi membri del Comitato, quotidianamente viviamo le vicende, anche le più “irrilevanti” e di conseguenza siamo sempre aggiornati, su dinamiche che spesso poi, abbiamo difficoltà a poter spiegare chiaramente e soprattutto in maniera univoca a tutti voi, futuri colleghi.

Un esempio calzante può essere la nota unitaria pubblicata quest’oggi (clicca qui per scaricarla) dalle tre sigle sindacali “confederali”, FP CGIL, FNS CISL e CONFSAL VVF.

Le OO.SS. hanno accolto il nostro invito e richiesta dei giorni scorsi, di fare chiarezza su: proroga graduatoria idonei 250, assunzioni e visite mediche.

Il tema della proroga, anche se non direttamente toccato dalla nota, sta vedendo proprio in queste ore un’evoluzione (che ovviamente ci auguriamo possa essere positiva). Nella giornata di oggi, è scaduto il termine per la presentazione degli emendamenti al DL 120/2021 (DL Incendi). Abbiamo proposto per questo provvedimento un emendamento, nel quale si richiede la proroga della nostra graduatoria di merito (in scadenza nei prossimi mesi), sino a tutto il 2022. Di seguito vi riportiamo l’emendamento come da noi inoltrato ai gruppi parlamentari ed ai singoli Onorevoli e Senatori (clicca qui per leggere il testo).

Dalla nota si evincono invece, finalmente in maniera netta, i numeri legati alle assunzioni. Apprendiamo oggi in maniera ufficiale che il turnover al 31 dicembre 2020 è pari a 770 unità. Questa cifra non ci ha stupiti, in quanto la nostra divisione di statistica, aveva già quantificato nei primi mesi dell’anno in corso, i pensionamenti 2020, indicando agli interlocutori politici e sindacali, il turnover teorico calcolato, pari a 744 unità (solo 26 unità di differenza!). Inoltre sono state confermate le 670 unità (in realtà 673!), derivanti dalla sommatoria di tutti i potenziamenti indicati nelle varie leggi di bilancio passate.

Apprendiamo infine che, le autorizzazioni “ad assumere”, che spettano alla Funzione Pubblica ed al MEF, dovrebbero arrivare a stretto giro, in tempi utili per poter avviare il 92° corso, nel prossimo mese di novembre.

Tutto quanto evidenziato, ovviamente apre ad alcuni dovuti ragionamenti. Da quante unità sarà composto il 92° corso? Sarà possibile avviare altre unità di solo turnover entro l’anno, con un 93° corso? Le risposte ufficiali ovviamente non le abbiamo, ma gli scenari sono molteplici, dettati soprattutto dalle scelte dell’Amministrazione, sul numero di discenti da avviare a corso e dalla possibilità di espletare n° 2 corsi da qui a fine anno.

Infine il tema visite mediche. Essendo legate a doppio filo con quanto precedentemente spiegato, è del tutto evidente che la convocazione di nuovi accertamenti medici, dipende solo ed esclusivamente da quanti idonei verranno convocati entro la fine del 2021. Ad oggi, se il corso fosse composto dagli ipotetici 800 allievi (che ricordiamo essere un numero indicato dalla DCF come capacità ricettiva massima delle scuole centrali antincendi), all’Amministrazione “mancherebbero” solo poche decine di idonei da visitare. Speriamo che anche questa situazione possa avere sviluppi positivi in tempi brevi.

Questi mesi di ottobre e novembre ci faranno vivere momenti di apprensione, ma crediamo anche che ci daranno molte gioie!

Teniamo duro! #Forza250



LETTERA DI UN IDONEO 250 SULLA ATTUALE SITUAZIONE

Carissimi idonei,
 
chi scrive questo post è un ragazzo come voi che ha sempre sognato di vestire quella divisa scura con le bande gialle, che ha fatto una miriade di sacrifici e che, come molti, ha avuto una sola possibilità per mettersi in gioco. Si una, perché purtroppo il 250 è stato l’unico concorso a cui ho potuto partecipare, nei precedenti (uno ogni dieci anni) ero troppo giovane. 
 
Questo non vuole essere un post acchiappa like o autocelebrativo e nemmeno uno “acchiappa iscritti”, ma un post per sensibilizzare tutti alla partecipazione ATTIVA.
 
Mi rivolgo a voi, che qualche anno fa appena uscito il bando avete iniziato a studiare, a fare innumerevoli sacrifici per risultare idonei. Voglio credere che in questo gruppo, tra i 3000 e rotti partecipanti sia rimasto qualcuno che, nonostante le delusioni, la stanchezza e vicende personali, ancora arda per questo lavoro e che sia pronto a mettersi in gioco e dare il proprio contributo per la causa. Qualcuno che in modo educato e propositivo abbia voglia di metterci la faccia e lavorare in prima persona per questa causa. Nulla cade dal cielo, solo con i sacrifici si ottengono le cose e l’iter concorsuale ne è l’esempio lampante!
 
La graduatoria del concorso 250 è prossima alla scadenza e si inizia già a parlare di un nuovo concorso.
 
Non c’è la certezza matematica che si arrivi ad esaurimento con ulteriore proroga ne tanto meno ci sono garanzie nero su bianco che si vada sulla strada ottenuta dall 814.
 
Nulla (specialmente in Italia) può essere dato per scontato, il nostro obiettivo ovviamente è quello di portarla a esaurimento con una serrata battaglia, fino a vedervi tutti in divisa, ma per questo servite anche voi! 
 
Mai come in questo momento è necessario un ultimo sforzo e partecipazione attiva, per poter raggiungere ulteriori risultati e rendere sempre più concreto questo sogno nel cassetto.
 
Solo remando tutti nella stessa direzione e coordinandoci su tutta Italia si raggiungono risultati. Che vogliate collaborare o no, spero che dedicherete cinque minuti del vostro tempo a questo sondaggio. 
 
L’idea è di creare un gruppo quanto più folto possibile e attivo su tutto il territorio nazionale, che sia unitario e coordinato e che sensibilizzi la componente politica sulla nostra situazione… VIETATO MOLLARE , VIETATO DIRE : “NON CE LA FACCIO”
 


Report riunione 15 settembre 2021

Cari Idonei 250,

in data odierna si è tenuto presso il Dipartimento, una riunione tra l’Amministrazione e la rappresentanza sindacale sul seguente O.d.G.:

  • corso Caposquadra decorrenza 2020 — Il corso avrà la durata di 3 mesi, dal 27 settembre presso i poli regionali;
  • elisoccoritori;
  • mobilità ed assegnazione allievi del 90° corso.

Al termine della riunione é stato affrontato sommariamente, su nostra richiesta specifica a tutte le OO.SS., l’argomento a noi più caro, ovvero le modalità di avvio del 92° corso AA.VV.F.

Dalle notizie pervenuteci, sarà organizzato in un unico corso (come programmato inizialmente dalla D.C.F.) e con data di avvio presumibilmente nella prima metà di novembre e sarà numericamente composto da circa 800 unità, che ad oggi sono ancora da definire con apposite autorizzazioni (non ancora pubblicate dalla Funzione Pubblica). La ripartizione di suddette assunzioni, tra la procedura speciale ed il nostro concorso, non sono state esplicitate, ma non essendoci stati interventi normativi a riguardo, seguiranno la ormai consueta ripartizione 70% concorso pubblico e 30% procedura speciale.

#forza250



CERIMONIA CAMBIO COMANDANTE SCUOLE CENTRALI ANTINCENDI

In data lunedì 6 settembre c.a. presso le Scuole Centrali Antincendi è avvenuta la cerimonia per il passaggio di consegne tra il Comandante uscente Ing. Mauro Caciolai (che andrà in DCF al controllo sviluppo formazione – Vicario del Direttore centrale) ed il nuovo Comandante Ing. Fabio Cuzzocrea.

Presenti alla cerimonia il Capo del Corpo Ing. Guido Parisi ed il Direttore centrale della formazione Ing. Gaetano Vallefuoco oltre agli A.VV.F. del 91° corso.

Un ringraziamento all’Ing. Caciolai per la proficua collaborazione di questi anni ed i più sentiti auguri di buon lavoro per il suo nuovo incarico che ruoterà sempre nel campo della Formazione dei Vigili del fuoco.

Un grosso benvenuto all’Ing. Cuzzocrea e buon lavoro nella prestigiosa veste di Comandante delle SCA, la casa di tutti i Vigili del fuoco, nell’augurio di poter continuare la collaborazione avuta con il suo predecessore.



IL COMITATO 250 PRESENTE ALL’ 80° ANNIVERSARIO DELLE S.C.A.

In occasione dell’80° anniversario delle Scuole Centrali Antincendi, il Comitato idonei VVF 250 – D.M. 676/2016, rappresentato dal nostro segretario Simone Grimaldi ha avuto la possibilità di partecipare al bellissimo ed esclusivo evento e di incontrare a fine cerimonia il Capo del Corpo Nazionale uscente Ing. Fabio Dattilo, l’On. Candiani, il Direttore Centrale per la Formazione Ing. Gaetano Vallefuoco e il Comandante delle S.C.A. Ing. Mauro Caciolai approfondendo tematiche legate al nostro concorso.



STATISTICA 91° CORSO

Come consuetudine forniamo alcuni numeri in merito all’ultimo corso da Allievi Vigili Permanenti (91°corso).

Il ‘91° corso è composto da 260 unità così suddivise:

  • 221 unità concorso pubblico 250;
  • 35 unità procedura speciale;
  • 1 unità concorso 814 bandito nel 2008;
  • 3 unità provincia autonoma (Valle d’Aosta);

In totale gli allievi sono suddivisi in 10 sezioni. La Regione con più allievi è la Campania, seguita dalla Sicilia. La Regione invece con meno rappresentanza è la Basilicata, seguita dal Molise.

L’età media età (ad oggi) degli idonei del concorso pubblico* 250 posti è di 30 anni. Il più anziano dei 250 ha 41 anni mentre il più giovane ha 24 anni.

L’età media età della procedura speciale** è di 42 anni. Il più anziano della procedura speciale ha 55 anni mentre il più giovane ha 33 anni.

CLICCA QUI PER VEDERE LA STATISTICA DEL 87° CORSO

CLICCA QUI PER VEDERE LA STATISTICA DEL 89° CORSO

Un ringraziamento speciale ad Emilio e alla divisione statistica del Comitato 250.



VIDEO TRIBUTO 80° COMPLEANNO S.C.A. – MESSAGGIO PRESIDENTE MATTARELLA

Alleghiamo il messaggio del Presidente Mattarella in occasione del 80° compleanno delle Scuole Centrali Antincendi *.

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inviato al Ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, il seguente messaggio:

«L’ottantesimo anniversario dell’inaugurazione delle Scuole Centrali Antincendi di Roma, ove generazioni di Vigili del Fuoco hanno ricevuto l’addestramento di base per la loro delicata missione, offre l’occasione per una rinnovata riflessione sul valore irrinunciabile della formazione per quanti svolgono un pubblico servizio.

Essa ha la funzione non solo di consentire l’acquisizione di professionalità e competenze specialistiche, ma anche di garantire la trasmissione di un più ampio bagaglio di saperi, sentimenti, tradizioni ed esperienze che connotano e qualificano la cultura del servizio, votandola al perseguimento del bene comune.

Sin dalla fondazione, oltre ad assicurare una accurata preparazione tecnico-operativa, necessaria ai Vigili del Fuoco per operare in sicurezza e con efficacia nella propria attività, la Scuola ha costituito l’ambiente privilegiato per custodire quel ricco patrimonio di valori umani e istituzionali che caratterizza, da sempre, l’operato del Corpo e che ne rappresenta uno specifico punto di forza.

Durante il periodo formativo, suggellato dal giuramento di fedeltà alla Repubblica, i giovani Vigili assumono di giorno in giorno maggiore consapevolezza dell’alto valore civico dei propri compiti, nella cornice dei principi costituzionali.

Nella struttura di Capannelle, gli allievi, nella fase iniziale del proprio percorso, apprendono l’importanza del lavoro di squadra e dello stile di prossimità nei delicati contesti in cui si troveranno ad intervenire, come testimoniato anche durante l’emergenza sanitaria.

Nell’esprimere un particolare apprezzamento ai docenti, ai formatori e a tutto il personale delle scuole, desidero rivolgere i miei più sentiti auguri a tutti i frequentatori dei corsi, sostenendoli nell’impegno assunto, con la certezza che il successo della loro istruzione rappresenti un investimento per tutto il Paese.

Colgo l’occasione di tale ricorrenza per rinnovare a tutte le componenti del Corpo nazionale i sentimenti di gratitudine e di riconoscenza della comunità nazionale per l’opera svolta a tutela dell’incolumità delle persone e della salvaguardia dei beni e dell’ambiente, con un commosso ricordo per coloro che, nel corso del tempo, hanno perso la vita nell’adempimento dei loro doveri».

Roma, 05/08/2021

*Messaggio visibile al seguente indirizzo: https://www.quirinale.it/elementi/59317 (link verificato in data 06/08/2021)

Alleghiamo anche il bellissimo video andato in onda ieri sera durante la Cerimonia.



TANTI AUGURI SCUOLE CENTRALI ANTINCENDI

Oggi è una giornata speciale per tutti noi. Per chi è già Vigile del fuoco e per tutti gli idonei che si appresteranno ad esserlo. Le Scuole Centrali Antincendi compiono 80 anni (senza dimostrarli).

Dal 1941 è la tappa fissa per ogni Vigile: il periodo di formazione per diventare Vigile permanente a Capanelle.

Quando dici S.C.A. ad un Vigile del fuoco riaffiorano tanti ricordi. Come disse un Comandante ad un recente corso: “Quando arrivi alle scuole piangi due volte: quando arrivi e quando vai via“. Perché l’atmosfera e l’energia delle Scuole è un qualcosa di mistico e travolgente. I ritmi sono serrati, la fatica è tanta, però tutto passa in secondo piano perché si viene trascinati dal gruppo, dalla squadra, dalla passione per la missione che rappresenta il Vigile del fuoco. Gli aneddoti si sprecano, ci vorrebbero libri per raccontare i periodi vissuti da chi ci è passato.

Ma è anche il traguardo futuro dei tanti nostri idonei 250, che han passato un durissimo concorso pubblico facendo sacrifici e mettendoci tanta passione. Arriverà il momento per tutti di varcare quel famoso cancello in piazza Scilla. Ed anche voi vi unirete alla splendida famiglia dei Vigili del fuoco.

Questa sera presso le S.C.A. alla presenza del Ministro dell’Interno dott.ssa Lamorgese, del Sottosegretario On. Sibilia, del Capo Dipartimento Pref. Lega, del Capo del Corpo Ing. Parisi, del Direttore della Formazione Ing. Vallefuoco e del Comandante delle Scuole Ing. Caciolai si terrà una cerimonia per gli 80 anni delle Scuole.

 



DISTINTIVI DI QUALIFICA

Nella Gazzetta Ufficiale di ieri 26 luglio 2021 è stata pubblicato l’articolo concernente i “Distintivi di qualifica del personale dei ruoli operativi del Corpo Nazionale dei vigili del fuoco“.

In sostanza per il personale appartenente alla qualifica di Vigile del fuoco è stato sostituito il distintivo di qualifica color rosso amaranto brillante (il c.d. tappetino) con il distintivo con un baffo di colore argento su base color rosso amaranto brillante (quello che una volta era in uso al Vigile del fuoco qualificato, ruolo non più in essere nel CNVVF).

Clicca qui per scaricare la nota



SALUTO DEL CAPO DEL CORPO ING. FABIO DATTILO

Alleghiamo la lettera col saluto del Capo del Corpo uscente Ing. Fabio Dattilo (clicca qui per scaricarla).

Tra i vari traguardi raggiunti viene citata anche la nuova forma di reclutamento con l’abbassamento della soglia di età a 26 anni per l’accesso al ruolo del Vigile del Fuoco.

Ringraziamo l’ing. Dattilo per la vicinanza che ci ha dimostrato in questi anni.