• home-passione
  • home-preparazione
  • home-sacrificio

Categoria:comunicati comitato

C.R. PIETRO TOCCI

Purtroppo ci troviamo a segnalare anche la scomparsa del C.R. Pietro Tocci, romano, classe 1960, in servizio presso la Scuola di Formazione Operativa (S.F.O.) di Montelibretti. Già membro per molti anni della colonna mobile regionale del Lazio, era molto amato, stimato e ben voluto da tutti i colleghi. Sicuramente qualche ragazzo/a del 250 che è passato per Montelibretti ha avuto modo di conoscerlo e di capirne l’alta caratura.

Porgiamo le condoglianze a Matteo, figlio di Pietro, con le parole di Donato, Capo Squadra Esperto del CNVVF e padre di un Socio operativo del Comitato 250:

“Condoglianze Matteo non ho parole per dirti quanto mi dispiace per la scomparsa di tuo padre, una persona gioiosa, un vero amico. R.I.P. Pietro”

 



C.S.E. LUIGI MORELLO VITTIMA DEL CORONAVIRUS

Non ce l’ha fatta il C.S.E. Luigi Morello, Comandante del Distaccamento dei Vigili del Fuoco di Sala Consilina.

Morello, 56enne di Teggiano, era risultato positivo al Coronavirus nei giorni scorsi. Le sue condizioni erano apparse subito molto critiche e così era stato trasferito all’ospedale di Scafati dove purtroppo ha smesso di vivere.

Lascia la moglie e le due figlie.

Come Comitato 250 ci uniamo al cordoglio e siamo vicino alla famiglia ed a tutti i VV.F. Salernitani.

Vogliamo salutarlo e rendergli onore con le parole del nostro socio Antonio Damiano, idoneo 250:

Morello Luigi non era solo un capo squadra del distaccamento di Sala Consilina. Era un grande uomo. È stato il mio eroe adolescenziale. Con il suo casco rosso e la sua bontà da bambino mi fece letteralmente innamorare dei Vigili del Fuoco. Mi ha accompagnato durante tutto il percorso che abbiamo superato noi tutti. Voglio condividerlo con voi perché era fiero ed orgoglioso di tutti voi, di tutti noi. Di tutti i giovani che con volontà e coraggio avevano superato il concorso. Purtroppo questo virus non risparmia gli uomini che in prima linea scendono in campo. RIPOSA IN PACE AMICO MIO.

 



I DISCONTINUI DEL CONCORSO 250 COME SEMPRE IN PRIMA LINEA

Tutti gli idonei Discontinui del Comitato 250 (cioè quelli che hanno concluso l’iter concorsuale n.d.r.)  apprendono con rammarico e prendono totalmente le distanze dalla nota del Coordinamento Regionale Vigili del Fuoco USB Calabria Silipo Giancarlo nella quale “invita il personale discontinuo a rifiutare il richiamo in servizio in tutti i Comandi Provinciali a livelli nazionale”.

I Discontinui presenti nella graduatoria del Concorso 250 NON RIFIUTERANNO IL RICHIAMO e sono già a disposizione dell’Amministrazione nel caso in cui venissero richiamati in servizio discontinuo presso i rispettivi Comandi di appartenenza, perché la figura del Discontinuo nasce proprio per portare aiuto in caso di calamità o di emergenza nazionale.

Questo è il momento dell’unità e del rimboccarsi le maniche e fare ciò che il Vigile del fuoco è chiamato a fare: essere al servizio della collettività. Abbiamo sorpassato uno dei concorsi più difficili della storia del Corpo Nazionale Vigili del Fuoco, facciamoci trovare ugualmente pronti per il nostro datore di lavoro: l’ITALIA!

 

Si allega lo screen del messaggio del signor Silipo:



Chiarezza su emergenza Covid-19

Pubblichiamo questo testo stilato dal nostro socio Luigi Rongione, già membro del Direttivo del Comitato.

 

Cari idonei, questo è un momento delicato per il nostro Paese, e il Governo in carica sta cercando di porre rimedio a questa situazione, il che si traduce in un susseguirsi di decreti, leggi, decreti attuativi, circolari etc.

E’ giusto che qualcuno possa fare confusione, ed è altrettanto giusto cercare di chiarire la situazione per quella che è, almeno fino a oggi (17/03/2020 n.d.r.).

Dall’inizio dell’emergenza Covid-19 sono stati emanati quattro (4) Decreti Legge, di cui solo uno convertito in Legge dal Parlamento, gli altri 3 sono in fase di conversione (VEDI FOTO ZERO).

1) Decreto Legge 23 febbraio 2020, n. 6
“Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”

2) Decreto Legge 2 marzo 2020, n. 9
“Misure urgenti di sostegno per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19”

3) Decreto Legge 8 marzo 2020, n. 11
“Misure straordinarie ed urgenti per contrastare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e contenere gli effetti negativi sullo svolgimento dell’attività giudiziaria”

4) Decreto Legge 9 marzo 2020, n. 14
“Disposizioni urgenti per il potenziamento del Servizio sanitario nazionale in relazione all’emergenza COVID-19”



NOTA SINDACALE UNITARIA

Con una nota unitaria i Segretari Nazionali di FP CGIL VVF, UILPA VVF e FNS CISL VVF, hanno quest’oggi richiesto al Presidente del Consiglio dei Ministri Conte ed al Ministro dell’Interno Lamorgese, di rivedere la decisione presa attraverso DL 9/2020.

Nelle more del DL 9/2020 che riporta tutti i provvedimenti di carattere economico a contrasto del dilagare del COVID19, all’art. 36 comma d, viene indicato il prelievo di importi oggi destinati alle assunzioni nella Pubblica Amministrazione, fondi anche destinati alle assunzioni del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. 

I Segretari Nazionali hanno così sottolineato l’inopportunità di tale provvedimento, soprattutto in un momento difficile e complesso come quello che stiamo vivendo.

Con il presente comunicato, il Direttivo del Comitato Idonei VVF 250 – DM 676/2016, vuole ringraziare i “Confederali” per aver subito fatto propria la nostra preoccupazione, che nelle ore subito successive all’emanazione del DL, abbiamo rappresentato ai nostri interlocutori sindacali.

Pur consci che si parla di poche decine di unità, confidiamo in un rapido ravvedimento da parte del Governo, su quello che a nostro modo di vedere, andrà ad indebolire il dispositivo di soccorso.

#Forza250

Clicca qui per leggere la nota sindacale



Emergenza COVID-19 – Ripercussioni Concorso 250

Buonasera Idonei 250,

questa sera abbiamo deciso di intervenire sull’emergenza che ha investito il nostro Paese e negli ultimi giorni, purtroppo, anche alcuni nostri colleghi AA.VV.F. impegnati nel corso di formazione presso le S.C.A. di Capannelle a Roma.

Come avrete appreso anche da giornali e televisioni nazionali, purtroppo alcuni Allievi sono risultati positivi al COVID-19. Tutto ciò ha fatto si che le S.C.A. siano state sostanzialmente “messe in quarantena preventiva”, in modo da scongiurare altri contagi e soprattutto poter permettere che i positivi, potessero essere curati nel migliore dei modi.

Le voci di “corridoio” in questi giorni si stanno accumulando. Crediamo però che sia doveroso e corretto dare seguito solo ed ESCLUSIVAMENTE alle comunicazioni ufficiali dell’Amministrazione.

Per questi motivi volevamo comunicare che ad oggi, martedì 3 marzo 2020, non esistono comunicazioni ufficiali in cui si parli di eventuali slittamenti o di variazioni sostanziali del programma legato al prossimo corso di formazione (89° corso AA.VV.F.) che rimane come da programmato per il prossimo 11 maggio.

Ovviamente non possiamo sapere che cosa accadrà nelle prossime ore, giorni o settimane, ma sarà nostra cura, come sempre aggiornarvi tempestivamente. 

In allegato pubblichiamo l’ultimo comunicato dell’Amministrazione e vi invitiamo a reperire le informazioni dall’unico organo ufficiale del Corpo Nazione Vigili del Fuoco, ovvero il sito istituzionale. 

Grazie a tutti per l’attenzione e cogliamo l’occasione per augurare una pronta guarigione agli amici Allievi.

#Forza250

 

COMUNICATO DEL 2 MARZO 2020



Il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco è il più amato dagli italiani

“Grazie a tutti i vigili del fuoco, per la passione e la capacità con cui tutelano la sicurezza nel nostro Paese”

Con queste semplici parole, l’ingegner Fabio Dattilo, Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, ha voluto commentare la notizia che, anche quest’anno, il CNVVF è il più amato dagli italiani! 

Eurispes ha raccolto i dati, sottolineando che ben l’84,3% della popolazione ha fiducia nell’operato dei Pompieri.

Ci uniamo alle parole di soddisfazione del Capo Dattilo ed auspichiamo che, grazie anche all’apporto dei futuri Vigili del Fuoco del Concorso 250, questa percentuale possa aumentare negli anni a venire.

#Forza250 #oratoccaanoi



Il Comitato incontro il M5S a Reggio Calabria

Nella serata di ieri, in concomitanza degli eventi legati alle elezioni regionali calabresi, il socio Marco Grimaldi, ha avuto la possibilità di avvicinare e informare delle dinamiche legate al Concorso pubblico VVF 250, il Senatore Danilo Toninelli ed il Deputato Stefano Buffagni del Movimento 5 Stelle.

Marco è riuscito a spiegare tutta la cronistoria della nostra procedura ed ha consegnato il nostro dossier, nelle mani di Toninelli. Il Deputato Buffagni ha inoltre dedicato un passaggio del suo intervento dal palco a Marco ed a tutti i 250, impegnandosi poi a scrivere direttamente al Sottosegratario Sibilia.

Il Direttivo è grato a Marco ed a tutti coloro che, con queste iniziative preventivamente concordate, riescono nel non semplice obbiettivo di raggiungere Onorevoli e Senatori per sensibilizzarli sui temi a noi cari.

Grazie per l’impegno! 



IL COMITATO 250 INCONTRA I VERTICI DI UIL PA VVF

In data 13/01/2020 i soci operativi Francesco Serafino e Simone Grimaldi, hanno avuto un incontro informale con il presidente della Uil PA VVF Renato Mandile.

L’occasione è stata utile per presentare il lavoro svolto in questi mesi dal nostro Comitato ed approfondire quello che riserverà il prossimo futuro alla nostra procedura, in merito alle assunzioni ed alle relative percentuali di ripartizione tra le graduatorie attive.

Quest’anno sarà quindi organizzato suddiviso in 3 corsi A.V.V.F.:
• l’89° da 710 unità in partenza tra fine aprile e i primi di maggio (Assunzioni straordinarie -> ripartizione 70/30)
• Il 90° da 383 unità in partenza i primi di ottobre (Assunzioni straordinarie -> ripartizione 70/30)
• Il 91° a dicembre, di cui verranno indicate le unità a seguito della definizione del turnover 2020 (Assunzioni ordinarie/cessazioni -> ripartizione 100/0)

Abbiamo inoltre, ricevuto rassicurazioni sulla volontà di portare ad esaurimento in tempi rapidi (presumibilmente 2023) la nostra graduatoria, mantenendo inalterate le percentuali sul turnover e sulle assunzioni straordinarie, come anche confermato dalla legge di bilancio 2020.

In merito ai nuovi criteri di accesso al Corpo Nazionale ed ai limiti di età (26 anni per i civili e 37 per i volontari/discontinui), ci è stato confermato che verranno applicati dal prossimo concorso. Abbiamo infine sottolineato la necessità di lavorare a testa bassa già in ottica 2021/2022, in modo da riuscire a far stanziare nuove assunzioni straordinarie, assunzioni quest’ultime che potrebbero sommarsi al piano straordinario del triennio in corso e che potrebbero dare una concreta risposta alla carenza congenita di 3000 unità extra turnover. Tutto questo porterebbe di conseguenza, ad uno scorrimento più celere della nostra graduatoria.

Discorso a parte è invece quello inerente le visite mediche. In data odierna l’Amministrazione ha pubblicato la data di convocazione dei 422 recuperi inerenti i candidati alla procedura speciale di reclutamento, che avevano rinviato le prima convocazione nel 2019. E’ verosimile quindi che, le convocazioni inerenti il Concorso 250, avvengano a cavallo tra i mesi di febbraio e marzo p.v.

Con il presente comunicato ci tenevamo a ringraziare sentitamente Renato Mandile e la segreteria nazionale della UIL PA VVF per averci dato questa preziosa opportunità di confronto e per averci fornito importanti rassicurazioni. Siamo sicuri che non mancheranno altre occasioni di confronto con questi importanti interlocutori.

Il Direttivo



Ulteriori chiarimenti sulla legge di stabilità

Carissimi #250

pubblichiamo due video che fanno chiarezza su quanto contenuto nella legge di stabilità appena approvata.

 

Nel secondo video nello specifico si indica che in mancanza di una nuova graduatoria per l’accesso alla qualifica di Vigile del Fuoco, derivata da un concorso pubblico dedicato all’accesso dall’esterno, che sostituirebbe l’attuale graduatoria in vigore del Concorso 250, nessuna nuova immissione al ruolo da graduatoria proveniente da procedure speciali sarebbe possibile, in virtù del principio costituzionale di adeguato accesso dall’esterno nella Pubblica Amministrazione.